Indietro

La comunità cinese sostiene il San Giuseppe

Grande successo per la raccolta fondi lanciata da Licia Zuo fra i suoi connazionali. In breve tempo sono stati raccolti e donati 46mila uero

FUCECCHIO — Centinaia di buste rosse, simbolo di buon auspicio e di fortuna, di quelle che in Cina si usano per il capodanno o per le cerimonie. Contengono soldi per l’ospedale San Giuseppe di Empoli. Buste che oggi si sono trasformate in un grande assegno: 46.600 euro donati dalla comunità cinese di Fucecchio e dei comuni limitrofi.

La storia che inizia lo scorso 16 marzo ha il volto e il cuore di Licia Zuo, interprete e mediatrice culturale per il Comune di Fucecchio e per l’Asl. L’aggravarsi della situazione sanitaria nel nostro paese a causa del Covid-19 la spinge a far partire una raccolta fondi tra i suoi connazionali che vivono a Fucecchio.

“Lavoro qui da oltre 10 anni – racconta Licia – e conosco tante famiglie. Immaginavo che molti avrebbero risposto al mio appello ma sinceramente non credevo così tanti. Alcuni cittadini sono venuti davanti al Comune a portarmi le buste, altri mi hanno chiesto di passare dalle loro abitazioni perché non potevano spostarsi. Da sola non so se ce l’avrei fatta ma per fortuna sono arrivate anche altre persone ad aiutarmi. Voglio ringraziare Lizhen Zhuang, Filippo Guo, Ping He e Huijun Ye che mi hanno dato un grande aiuto nella raccolta”.

Un’ondata di generosità che ha commosso anche Licia. “Tante famiglie cinesi che hanno donato soldi – dice – sono composte lavoratori che non hanno grandi possibilità economiche. Ho ricevuto donazioni di 100 euro da una signora che ha il marito colpito da un ictus e un’altra donazione da una famiglia con il marito costretto a fare la dialisi. Sono gesti che mi hanno colpito profondamente. Tanti non mi hanno dato neppure il tempo di ringraziarli, mi hanno ringraziato loro per primi per avergli dato la possibilità di fare qualcosa per Fucecchio, per l’ospedale di Empoli e per i Comuni della nostra zona che li ospitano”.

A conclusione della raccolta sono state ben 440 le famiglie che hanno risposto all’appello di Licia. La stragrande maggioranza di Fucecchio ma sono arrivate tante donazioni anche da Cerreto Guidi e dalla frazione di Stabbia, altre sono arrivate da Vinci, da Santa Maria a Monte, da Santa Croce sull’Arno e persino da Firenze e da Pisa, tramite amici che lavorano a Fucecchio. Una lunga catena di solidarietà che ha trovato anche il supporto delle istituzioni. “”Voglio ringraziare anche il Comune di Fucecchio e il sindaco Alessio Spinelli – aggiunge Licia - per l’appoggio che mi hanno dato. Questa mattina insieme a lui abbiamo portato la nostra donazione all’ospedale di Empoli”

“Mi contattato da Licia per aiutarla nel suo intento – racconta il sindaco - ed ho subito accettato perchè a Fucecchio la comunità cinese è numerosa e perché conosco bene questa ragazza in quanto è una nostra collaboratrice da molti anni. Si parla tanto di integrazione e dell’inclusione sociale, questo è proprio il segno che a Fucecchio si sta lavorando bene con le comunità straniere al punto da vedere questi cittadini provenienti da altre nazionalità raccogliere fondi economici per aiutarci. Più integrazione di questa non esiste!”.

All’ospedale San Giuseppe di Empoli ad accogliere la delegazione Silvia Guarducci, direttore sanitario presidio ospedaliero, e Loriana Meini, direttore assistenza infermieristica area territoriale Empoli. “Un sentito ringraziamento alla comunità cinese per la donazione ricevuta - afferma Guarducci - In un momento come questo tutto il personale sanitario apprezza ancora di più gesti di solidarietà e di vicinanza. Con questa donazione saranno acquistati ulteriori dispositivi di protezione individuale e due ecografi per il reparto Covid” .

Lo splendido risultato ottenuto con la raccolta non ferma però la comunità cinese che continua la sua opera di solidarietà. “Non ci fermiamo, intanto continuiamo a cercare altre mascherine da donare all’ospedale e ai medici. Sono sicura - conclude Licia - che tutti insieme con coraggio e fiducia riusciremo ad uscire da questa situazione e vincere la battaglia”.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it