Indietro

Le opere d'arte invadono il centro

La Regione Toscana finanzia il progetto d’arte del Comune di Castelfranco di Sotto, “TUCC - Tuscany’s Urban Colors Correction”

CASTELFRANCO DI SOTTO — Muri che dividono ed isolano ma che, grazie ad un imponente intervento di arte visiva partecipata, prenderanno vita per raccontare ed unire attraverso interventi di rigenerazione urbana. È TUCC - Tuscany’s Urban Colors Correction, il progetto finanziato dalla Regione Toscana attraverso il bando “Toscana in Contemporanea 2018” al quale il Comune di Castelfranco di Sotto ha aderito con convinzione.

TUCC nasce a Pontedera nel più ampio quadro di un’affermazione crescente dell’Urban Art nella ricerca artistica contemporanea: ex IPSIA, case popolari al Villaggio Piaggio, il Parco dell’Albereta ripensati come grandi quadri a cielo aperto. Arte e partecipazione, arte e spazio urbano e sociale, sono le direttive intorno a cui il progetto è andato crescendo da quando la cittadina della Valdera è diventata centro propulsivo di molteplici azioni di rigenerazione urbana che hanno visto Elektro Domestik Force (EDFcrew), collettivo di giovani artisti e designer under 35, all’opera su oltre 3000 mq di muri nella sola Pontedera e adesso pronti per operare a Castelfranco.

“La facciata esterna della Sala Polifunzionale dell’Orto di San Matteo, il muro esterno della Scuola Secondaria Da Vinci di Castelfranco e l’intera facciata della Scuola Giovanni Pascoli di Orentano – afferma il Sindaco Gabriele Toti -, saranno ripensati dai ragazzi di EDF Crew attraverso la creatività urbana che negli ultimi anni si è radicata a livello nazionale come forma artistica e incubatore di progetti socioculturali di rigenerazione. Ci abbiamo creduto fortemente ed adesso sarà bello vivere passo passo, insieme a studenti, docenti e tutti i cittadini, la nascita di questi interventi”

La Regione Toscana, attraverso le ultime due edizioni del bando “Toscana in contemporanea”, ha riconosciuto questo percorso permettendone la crescita. Nel 2018 TUCC, anche a Castelfranco di Sotto, vuole portare avanti la sua ricerca verso un modello di arte sociale urbana partecipata, in cui gli spazi marginali, di periferia, multietnici, diventino teatro di nuove narrazioni multifunzionali. Proprio come i muri delle scuole o di una sala polifunzionale della socialità e cultura, quale quella dell’Orto di San Matteo.

“L’idea – affermano gli Assessori all’ambiente, Federico Grossi, e alla scuola, Chiara Bonciolini - è quella di coinvolgere tutta la comunità in cui si colloca ogni azione, avvalendosi, per ogni intervento, della collaborazione di enti e associazioni di promozione sociale. Un lavoro “sul campo” che ha l’obiettivo di creare esperienze di cultura pubblica, aperta, integrata e fruibile dalla comunità attraverso l’arte visiva e il teatro. Per questo sarà indispensabile un coinvolgimento di tutti gli insegnanti, dei ragazzi e delle associazioni giovanili che recentemente hanno animato Castelfranco con un Festival innovativo”

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it