Indietro

Da Salindres in visita a Santa Croce

Una delegazione francese del paese gemellato con Staffoli è stata ricevuta dalla sindaca Deidda in municipio

SANTA CROCE — La delegazione francese della città di Salindres gemellata con Staffoli e guidata dal sindaco Yves Comte, in visita per qualche giorno a Santa Croce, è stata ricevuta in comune dal sindaco Giulia Deidda e dall'amministrazione comunale.

I "gemelli" francesi hanno partecipato come di consueto alla Festa Medievale di Staffoli prendendo parte alla sfilata storica, in cui hanno indossato splendidi costumi confezionati per l'occasione da una loro sartoria specializzata. Così, tra contadini, signori e armigeri, abbiamo ammirato eleganti dame e autorevoli nobili che si rivolgevano in francese al pubblico.
La sera, al banchetto medievale, il menu è stato ideato e preparato con prodotti rigorosamente francesi, cucinati secondo tradizione ed apprezzati da tutti.
Dunque, un pezzo di Francia ha preso vita in questo lembo di Toscana ed è stato rinnovato uno scambio prezioso di culture e tradizioni.

Durante la cerimonia in comune il sindaco Giulia Deidda ha consegnato in dono al collega francese Yves Comte un album di foto scattate nel corso delle visite dei cittadini francesi a santa Croce in occasione delle precedenti edizioni della Festa Medievale e della recente visita effettuata dai ragazzi del Consiglio Comunale Giovanile di Salindres alle nostre scuole.

"Con questo omaggio - ha commentato la sindaca Giulia Deidda - vogliamo fissare tanti momenti di un cammino recente ma duraturo; ogni esperienza fatta insieme rafforza lo spirito di amicizia ed è uno stimolo alle istituzioni e alle comunità per crescere insieme e rinnovare lo spirito comunitario, tanto più necessario e prezioso in un momento in cui l'Europa si mostra particolarmente fragile in valori e politiche. Un gemellaggio non è solo un atto formale ma un patto di amicizia tra cittadini. Ancora una volta vogliamo ringraziare i nostri amici francesi per la vicinanza e la partecipazione che dimostrano verso la nostra comunità".

Il sindaco di Salindres Yves Comte ha risposto ringraziando per l'accoglienza calorosa che ogni volta viene riservata alla delegazione della città gemellata, ha sottolineato l'importanza di coltivare il rapporto nato tra le nostre due comunità avviando possibili progetti in ambito sportivo, scolastico, sociale e culturale. Ha condiviso l'importanza di una cultura della pace e della convivenza in Europa che parta dalle piccole comunità per consolidare grandi valori.

"Un rapporto di amicizia come il nostro nasce da tradizioni e origini comuni - ha aggiunto l'assessora Carla Zucchi - e si fonda sul passato, ma si basa anche sulla volontà di progettare insieme il futuro. In questo senso ci è stata particolarmente gradita la visita che lo scorso aprile i ragazzi del Consiglio Comunale giovanile di Salindres hanno fatto alle nostre scuole . L'incontro tra coetanei, lo scambio spontaneo di idee e esperienze è la migliore premessa per coltivare e far crescere nel tempo il nostro legame".

Un omaggio particolare è stato riservato alla signora Laurance Magnanelli che ha realizzato con particolare abilità e con il supporto di una attenta ricerca storica i costumi esibiti dalla delegazione francese durante le sfilate della Festa Medievale di Staffoli.

Un ringraziamento particolare va a Alexandre Armandt, presidente onorario dell'Associazione Staffoli Eventi, che da anni si prodiga perché questi incontri tra le nostre cittadine gemelle accrescano lo spirito di fratellanza e di reciproca conoscenza.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it