Indietro

Rotatoria sulla Francesca Bis, pronto il progetto

In approvazione in giunta i progetti per l'opera all'incrocio della strada provinciale e la riqualificazione della pista ciclabile sulla via Usciana

CASTELFRANCO — In una delle prossime sedute, la giunta comunale approverà il progetto definitivo per la messa in sicurezza dell’incrocio tra la SP 66 (Francesca Bis) e la SP 34 (Castelfranco -Staffoli) meglio conosciuta come Via Usciana. La rotatoria in progetto, per un importo a base d’asta di 220mila euro, sostituirà un impianto semaforico che, soprattutto nelle ore di punta, è causa di code e rallentamento del traffico, migliorando il deflusso dei veicoli che non saranno più costretti a tollerare le lunghe attese prima di poter superare l’incrocio. L’intervento auspicato da lunga data realizzerà così un miglioramento nel complesso della viabilità extraurbana e favorirà soprattutto i lavoratori delle zone industriali (della zona industriale) del distretto conciario di Castelfranco.

Ma un altro progetto definitivo è pronto per essere approvato ma strettamente legato al precedente: entrambi rientra in una visione complessiva di programmazione e mobilità sostenibile. Quest’ultimo progetto, per un investimento di 283mila euro, prevede la riqualificazione del tratto esistente di pista ciclopedonale di Via Usciana, tra la Francesca Bis e Via del Santo; un attraversamento pedonale rialzato su Via Usciana con l’obiettivo di far rallentare le auto in prossimità del centro abitato e la realizzazione del tratto mancante fino al centro storico di Castelfranco sul lato opposto al tratto già esistente, passando per Piazza Ungaretti di fronte al cimitero comunale. E con la realizzazione della rotonda, si permetterà anche alla pista ciclabile, che oggi si arresta sulla strada provinciale Francesca Bis, di immettersi in tutta sicurezza sul vecchio tratto di strada comunale dismessa di Via Usciana che porterà in Via Piè di Monte alle pendici di Montefalcone così che tutte le persone in futuro potranno percorrerla senza problemi, dal centro abitato al polmone verde delle Cerbaie.

La progettazione, promossa e seguita dall’amministrazione comunale, nonostante le strade siano di competenza provinciale, è stata finanziata completamente dalla Regione Toscana e quindi senza nessun costo per il Comune di Castelfranco di Sotto che ha saputo sfruttare tutte le opportunità di finanziamento adeguate al raggiungimento di questi importanti obiettivi.

“All’interno della più ampia progettazione del Sistema Integrato della Ciclopista dell’Arno, che passa per il Comune di San Miniato e Montopoli Val d’Arno, - afferma l’assessore all’ambiente e mobilità sostenibile, Federico Grossi - è stato infatti previsto dalla Regione il collegamento tra la stessa e la zona di pregio delle Cerbaie. All’interno di questo collegamento abbiamo fatto passare la progettazione della rotonda come la messa in sicurezza dell’incrocio che possa permettere alla pista ciclabile di attraversare la strada provinciale Francesca Bis. Una progettazione che ha richiesto impegno e duro lavoro da parte di tutti i progettisti che ringrazio. La nostra priorità sarà cercare di realizzare la rotonda e poi dopo le piste ciclopedonali”.

“Con il progetto definitivo facciamo un enorme passo in avanti per il superamento dell’impianto semaforico di Via Usciana – afferma il sindaco Gabriele Toti -. Un intervento atteso da anni da tutta la comunità e sul quale mi sono speso più volte da sindaco. Realizzare una rotonda in quell’incrocio, oltre che mettere in sicurezza la zona, vorrebbe dire migliorare la viabilità extraurbana, evitare lunghe file e favorire soprattutto i lavoratori delle zone industriali del distretto conciario di Castelfranco ma anche minore smog ed inquinamento dovuto al minor stazionamento di auto e mezzi pesanti. Ora ci adopereremo con tutte le nostre forze per realizzare l’opera e trovare le risorse. Su quest’ultimo punto la Provincia di Pisa ci deve aiutare, stiamo parlando dell’incrocio di due strade provinciale in ambito extra urbano. Come Comune abbiamo fatto una grande sforzo nel coordinare e sostenere la progettazione e siamo disponibili anche a co-finanziare l’opera perché crediamo sia di fondamentale importanza per la nostra comunità. Abbiamo già messo nel Bilancio di quest’anno le risorse necessarie. Già nei prossimi giorni ne parlerò direttamente con il dirigente viabilità e trasporti della Provincia di Pisa – conclude Toti”.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it