Indietro

Emissioni elettromagnetiche, c'è un incontro

Emissioni elettromagnetiche, incontro con cittadini e genitori per spiegare rischi e precauzioni. Si svolgerà martedì prossimo

CASTELFRANCO DI SOTTO — L’elettrosmog non è visibile ad occhio nudo né percepibile con gli altri sensi. D'altra parte sempre più numerose sono le evidenze dei rischi per la salute umana, a partire da ricerche scientifiche indipendenti e dai pareri dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

È per informare la cittadinanza, soprattutto i genitori con figli minorenni, dei rischi e delle precauzioni utili da conoscere su queste tematiche a tutela soprattutto della salute di giovani e bambini, che l’Amministrazione Comunale di Castelfranco di Sotto organizza, per martedì 13 marzo, alle ore 21,30, un incontro nella Sala del Consiglio Comunale.

Le fonti di campo elettromagnetico vanno dallo smartphone al wi-fi, a qualunque elettrodomestico o dispositivo elettronico. Indispensabile è quindi adottare comportamenti adeguatiper un utilizzo corretto e consapevole delle apparecchiature, al fine di ridurre la nostra esposizione quotidiana.

L’incontro ha l’obiettivo di illustrare i risultati del report sulle emissioni elettromagnetiche provenienti dalla centralina posizionata vicino alla Scuola Primaria Carlo Guerrazzi, e spiegare quali sono i rischi per salute derivanti dalla quotidiana esposizione alle onde elettromagnetiche.

Il frenetico aumento dell’uso dei sistemi di telecomunicazione e l’incremento delle richieste di connettività hanno determinato una massiccia infrastrutturazione dell'intero Paese, con una diffusione sempre maggiore delle stazioni radio base sul territorio ed un innalzamento dei livelli di esposizione derivanti dalle implementazioni di tecnologie di ultima generazione come il 4G.

Il sindaco Gabriele Toti e l’assessore all’Innovazione Giulio Nardinelli interverranno per spiegare il “Piano Antenne”: l’unica soluzione tecnicamente valida che consente ai Comuni di governare le installazioni degli impianti di telefonia mobile sul proprio territorio, limitando l’impatto elettromagnetico e favorendo i siti comunali per le nuove istallazioni.

Sarà inoltre fondamentale l’intervento di Alfio Turco, direttore di POLAB, società che opera nel campo dell’elettromagnetismo ambientale per le pubbliche amministrazioni, che ha condotto il monitoraggio della centralina presso la Scuola Primaria Carlo Guerrazzi e di quella in Via dell’Iserone 24.

La normativa vigente in tema di campi elettromagnetici ambientali (Legge Quadro 36/2001 e DLgs. 259/03 “Codice delle Comunicazioni Elettroniche”) indica la necessità di adottare il principio di precauzione attraverso l’adozione di criteri di minimizzazione delle esposizione per la popolazione. È facoltà dei Comuni dotarsi di strumenti di pianificazione che regolamenti le installazioni di impianti sul territorio.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it