Indietro

La Toscana ha bisogno di sangue

Cala il numero delle donazioni. Fratres: "La carenza che va avanti da diverse settimane potrebbe rendere difficile garantire le urgenze "

SAN MINIATO — La Toscana ha bisogno di donatori di sangue. L'appello, che arriva dal Centro regionale sangue, è rilanciato dal gruppo Fratres di San Romano. 

"La carenza di sangue va avanti da diverse settimane  - si legge nella nota dei Fratres- e potrebbe rendere difficile garantire le urgenze e anche gli interventi programmati"

Il gruppo donatori di Sangue Fratres di San Romano invita "Ad un ulteriore sforzo da parte di tutti i donatori di sangue, ai quali va il ringraziamento per la grande attenzione e disponibilità"

Il sangue è una risorsa preziosa, non riproducibile in laboratorio, indispensabile alla vita di molti pazienti. "Per questo  -prosegue il capogruppo di Fratres San Romano Stefano Parentini- invitiamo i cittadini in buona salute a donare".

Può donare chiunque abbia compiuto 18 anni, fino a 65 e oltre (a giudizio del medico) e abbia un peso corporeo di almeno 50 chilogrammi. Si può donare il sangue intero e selettivamente il plasma e le piastrine, attraverso la plasmaferesi e la plasmapiastrinoaferesi.

La frequenza prevista per la donazione di sangue intero è di quattro volte all'anno per i maschi (ogni tre mesi) e di due volte all'anno per le donne in età fertile (ogni sei mesi). La donazione di plasma può invece essere effettuata anche ogni 15-20 giorni. "In entrambi  - prosegue Parentini- i casi è possibile prenotare la donazione chiamando la nostra associazione al 366 9935646, oppure il centro trrasfusionale di riferimento, in modo da evitare inutili code. Per chi ancora non è un donatore, può essere il momento giusto per diverntarlo. In questo caso è obbligatoria la visita preventiva, che viene effettuata esclusivamente su appuntamento, contattandoci al suddetto numero o tramite i canali Facebook (Fratres San Romano)".

Si dona tutti i giorni dal lunedì al sabato.

"Donare il sangue è un gesto di grande solidarietà - conclude la nota del capogruppo Fratres- significa esprimere con i fatti la propria vicinanza ai pazienti sofferenti. Le donazioni dei donatori periodici, volontari, non retribuiti e consapevoli dell’atto che compiono, rappresentano inoltre una garanzia per chi riceve e per chi dona. Infatti, donare significa anche controllare il proprio stato di salute, attraverso periodici controlli ematochimici, che vengono effettuati ad ogni donazione di sangue. Donare sangue significa donare vita".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it